Lunedì 12 dicembre si è svolta l’assemblea cantonale dei dipendenti delle agenzie di sicurezza. Numerosi i partecipanti, vivo il dibattito. La carne al fuoco era molta, come già anticipato nello scorso numero de «il Lavoro».
L’attenzione era focalizzata all’approfondimento del contratto collettivo nazionale di lavoro (CCNL) a seguito delle numerose richieste di chiarimento su alcuni articoli che hanno destato dubbi e perplessità. In particolare la questione del rimborso chilometrico, che rimane tutt’oggi un quesito non chiarito anche perché da parte della Commissione paritetica nazionale (PaKo), non sono giunti ragguagli chiari ed esaustivi. Prosegue pertanto il lavoro di approfondimento e di analisi giuridica per definire in modo definitivo e univoco cosa realmente sia di spettanza dei collaboratori e cosa invece sia a carico dei datori di lavoro.
Parallelamente continua sul campo il lavoro di avvicinamento degli agenti di sicurezza impegnati nei vari servizi per conoscere eventuali bisogni o necessità.
I vari segretariati sono sempre a disposizione per ricevere le vostre segnalazioni, il tutto ovviamente con garanzia di anonimato.
Al termine dell’incontro si è svolta una conviviale panettonata con scambio di auguri.
 
Robertino Bay e Diana Camenzind