Economia e occupazione

Situazione economica delle Tre ValliIl comitato direttivo OCST della Regione Tre Valli riunitosi a Lavorgo l’1.12.2015, nell’esame dell’attuale situazione socio economica della regione,

Stages di facciata: Uno stratagemma ormai logoro ma purtroppo ancora attuale!Contratto di “stage per la formazione di impiegata di commercio”.

Stipendio: fr. 1200.- mensili (senza tredicesima)

Durata del contratto: 6 mesi

L’attualità è sotto il giogo della questione valutaria. Il 2015 è però anche un anno elettorale intenso, con un appuntamento cantonale e uno federale. Da questo profilo, l’OCST auspica che la duplice campagna elettorale, pur tra schermaglie aspre e non sempre produttive, sappia anche affrontare con rigore le debolezze e le contraddizioni che rallentano il cammino del Ticino.

La decisione della Banca nazionale di rinunciare a difendere una soglia minima di cambio rispetto all’euro è di quelle che raggelano. Riesuma gli spettri che pochi anni orsono (2011/2012) avevano iniettato sgomento nel mondo dell’economia e del lavoro, sconvolgendone l’andamento. Le imprese, che a fatica si sono adeguate ad una soglia di 1,20, subiscono oggi un ulteriore e inaspettato scossone che ne mette a soqquadro la tabella di marcia. Nell’affrontare il nuovo ostacolo rischiano d’altronde di disporre di un margine di manovra minore poiché già intaccato per riuscire ad adattarsi alla soglia menzionata.

Occorre ristabilire un legame virtuoso tra la crescita dell’occupazione e la riduzione della disoccupazione, oggi affievolito dalle preminenti immissioni di personale dall’esterno. L’OCST propone la costituzione di un’Agenzia o di un Nucleo operativo (collegato sia alla Commissione tripartita, sia alla Sezione del lavoro) incaricato di negoziare con le aziende una maggiore considerazione e presa a carico dei bisogni occupazionali del territorio.