In questi giorni Depuy Synthes (Gruppo J&J) ha comunicato ad oltre 20 dipendenti dell’agenzia Randstad impiegati presso lo stabilimento di Mezzovico, l’assunzione come dipendenti fissi. Decisione che segue la stabilizzazione di altri collaboratori avvenuta a gennaio e alcuni miglioramenti contrattuali in favore dei lavoratori interinali. OCST accoglie molto positivamente queste notizie, rallegrandosi con i collaboratori coinvolti e congratulandosi con la direzione per la decisione quanto mai opportuna.
OCST da più di due anni segue attentamente la situazione dei collaboratori interinali di Depuy Synthes, caratterizzata dalla particolarità che la sede operativa dell’agenzia Randstad è all’interno dello stabilimento, situazione che dovrebbe favorire una gestione ottimale dei lavoratori temporanei. I nostri riscontri tuttavia lasciavano molte perplessità, constatando un utilizzo eccessivamente prolungato (anche oltre 4 anni ininterrotti), e differenze di trattamento a nostro avviso inique.
Grazie al coinvolgimento diretto con il sindacato di alcuni collaboratori di Randstad, il sostegno dei membri di commissione OCST e  il supporto di altri colleghi in azienda, lo scorso anno OCST ha organizzato tra aprile e maggio alcuni momenti di assemblea con i collaboratori interinali, che hanno conferito mandato al sindacato per chiedere di ridurre le differenze di trattamento tra loro e i collaboratori fissi. Da li sono seguiti diversi scritti e incontri tra il nostro sindacato e i responsabili di Randstad e Synthes, con prese di posizione decise da parte nostra, convinti della necessità di un intervento sostanzioso, in particolare per coloro che da più tempo sono impiegati come interinali. 
Quella data da Depuy Synthes è una risposta importante, che va anche oltre le richieste avanzate, e che conferma la bontà di un’azione sindacale responsabile, che cerca il confronto continuo con la controparte in maniera ferma e decisa, senza strumentalizzazioni e senza cercare clamore mediatico. OCST confida che a questo passo ne seguano altri, cosicché a tutti i collaboratori (fissi e interinali) sia riconosciuto equamente il proprio contributo ai risultati aziendali, evitando distorsioni riscontrate in passato.
OCST, forte di questa esperienza, non intende quindi accontentarsi, ma rilanciare, aumentando la presenza a fianco dei collaboratori Synthes e Randstad: proprio settimana scorsa, in occasione dell’ultimo incontro (in cui siamo stati informati della stabilizzazione), abbiamo convenuto con i responsabili aziendali la necessità di intensificare la nostra presenza in azienda, così da permetterci una migliore conoscenza della (complessa) struttura aziendale, per essere sempre più un partner affidabile per i dipendenti e un interlocutore serio per la direzione.
 
Alberto Trevisan