Attualità

La modifica del Codice delle obbligazioni sul rinnovo agevolato dei contratti normali di lavoro, voluta dalla Commissione tripartita cantonale e per essa dalle parti sociali, è stato un traguardo importante per il Ticino. Si trattava, in modo particolare, di assicurare una base giuridica più solida alla procedura. Con questa decisione cambia, di fatto, il margine di apprezzamento e sarà possibile prolungare un contratto normale quando «vi è motivo di credere che possano verificarsi nuovi abusi», cioè salari inferiori a quelli usuali in una professione priva di un contratto collettivo di lavoro.

Uno dei più imponenti cantieri d’Europa è giunto alla sua conclusione. Una delle più grandi opere che hanno contrapposto uomo e natura in ragione del progresso, il minatore e la montagna.

In queste settimane si stanno svolgendo le assemblee sezionali in vista del Congresso dell’OCST che avrà luogo il prossimo 18 giugno. Scopo degli incontri è quello di presentare il Programma d’azione 2016-2020 e raccogliere le proposte sezionali.

Ieri sera ho visto il servizio al Quotidiano, e mi si spezza il cuore.
Anche se retrocedo nel tempo non ho ricordi di una crisi così forte, lunga ed estenuante, senza vedere la fine del tunnel in Svizzera.
È triste che la «nostra» fortezza si debba sgretolare sotto  le mani.

Non essendo interlocutore contrattuale della RSI, la nostra Organizzazione non è direttamente coinvolta nel sostegno a coloro che sono colpiti dal licenziamento nell’ambito del piano di riduzione dei costi adottato dall’azienda. Non possiamo tuttavia esimerci dal deplorare duramente le inspiegabili e inaccettabili modalità con le quali si sono comunicati ed attuati i licenziamenti.