Terziario

I collaboratori della Società Navigazione Lago Maggiore (NLM) e sindacati si sono incontrati martedì con il direttore della SNL. Scopo della riunione era conoscere la situazione del prospettato progetto di rilancio della navigazione per l’anno 2018.
La Camera di Commercio Cantone Ticino (Cc-Ti), l’Organizzazione cristiano sociale ticinese (OCST) e la Società degli impiegati del commercio sezione Ticino (SIC Ticino) hanno sottoscritto martedì 14 novembre 2017 un nuovo CCL per gli impiegati di commercio che entrerà in vigore dal primo gennaio 2018.

Il 21 giugno è stato firmato il nuovo contratto collettivo degli architetti e degli ingegneri. Esso andrà a coprire un settore che comprende circa 3’500 lavoratori (650 più o meno gli studi di progettazione). Durante la conferenza stampa indetta da OCST, Unia e ASIAT, è stato rimarcato come non si tratti soltanto di un CCL per gli architetti ma che riguarda tutto il settore della progettazione. Questo contratto, oltre ad avere dimostrato una volta di più che il partenariato sociale funziona, va così a evitare l’entrata in vigore di un altro contratto normale di lavoro, che andava delineandosi all’orizzonte.

Per l’OCST le trattative del CCL in questione sono state principalmente seguite dal sindacalista Giorgio Fonio. Lo abbiamo intervistato per fare il punto della situazione dopo la conferenza stampa del 5 maggio (vedi sotto).

Nel 2015 hanno avuto inizio le trattative per regolamentare questo importante settore. Inizialmente le cose sembravano volgere al meglio ma poi c’è stata una brusca frenata.

Quando la quantità va a discapito della qualità, quando la quantità eccessiva di lavoro va a mettere in pericolo la salute del lavoratori.