Stampa

L’OCST informa che i lavoratori della Ferrovia Monte Generoso toccati dai licenziamenti, hanno conferito mandato alla nostra organizzazione sindacale per dare loro voce rispetto alla difficile situazione con cui sono confrontati.

È giunto il momento che, a tutela della loro integrità personale e professionale, oltre che della loro immagine, i lavoratori possano farsi sentire tramite l’OCST, dopo settimane nelle quali è stata data risonanza solo ed unicamente alle dichiarazioni della direzione, che in ben due occasioni non ha esitato a definire i dipendenti coinvolti nella ristrutturazione “risorse da sostituire prive delle competenze necessarie e non disposte a formarsi”.

In una lettera inviata oggi, l’OCST chiede un incontro con la direzione per chiarire la situazione. Restano infatti molti aspetti da approfondire, come il motivo dei licenziamenti, che non sembra essere così chiaro.

L’OCST chiederà inoltre se davvero la decisione di interrompere il rapporto di lavoro sia necessaria e irrevocabile.