Stampa

Una delegazione del Parlamento formata da Giorgio Fonio (PPD), Marco Noi (Verdi), Stefano Tonini (Lega dei Ticinesi) e Gianluca Chioni (Capoufficio Ispettorato del Lavoro) si è recata oggi martedì 21 gennaio 2020 a Berna per sostenere davanti alla Commissione Economia e dei Tributi (CET) 

del Consiglio degli Stati l’iniziativa cantonale PPD (Giorgio Fonio e Fiorenzo Dadò a nome del gruppo parlamentare) che chiede di modificare la legge sui distaccati allo scopo di “Informare i dipendenti vittime di abusi salariali”.

L’iniziativa aveva raccolto il sostegno unanime del Gran Consiglio Ticinese e del Consiglio di Stato.

I problemi che coinvolgono il nostro tessuto economico/sociale sono stati ben spiegati ai Senatori elencando tutte le peculiarità legate al mercato del lavoro nel nostro Cantone.

Nella serata la Commissione ha pubblicato un comunicato stampa che vi allego ( https://www.parlament.ch/press-releases/Pages/mm-wak-s-2020-01-21.aspx).

 

5. NUOVA DISPOSIZIONE NELLA LEGGE SUI LAVORATORI DISTACCATI

Con 7 voti contro 3 e 1 astensione, la Commissione ha deciso di dare seguito all’iniziativa 18.326 Dovere di informare i dipendenti vittime di abusi salariali, presentata dal Canton Ticino. L’iniziativa chiede di modificare la legge sui lavoratori distaccati inserendovi una disposizione che imponga alle aziende di informare i dipendenti in merito agli abusi riscontrati durante le verifiche nei settori sottoposti a contratti normali di lavoro. L’iniziativa in questione chiede inoltre che sia prevista la possibilità di sanzionare coloro che non ottemperano a tale obbligo. La Commissione ritiene che occorra legiferare in tale campo, in particolare alla luce della pressione cui è sottoposto il mercato del lavoro ticinese e dell’elevato rischio di abuso che ne deriva. Affinché la Commissione possa elaborare un relativo progetto, è necessario il consenso della Commissione omologa del Consiglio nazionale.