L'Ufficio Frontalieri OCST dal 1984 è il principale riferimento a livello cantonale per tutti i frontalieri attivi sul territorio del Ticino. La sua utilità, riconosciuta anche dalle imprese e dagli organi istituzionali italiani e ticinesi, si estende a diverse attività:

- Fornisce consulenza ai lavoratori e alle imprese in materia di coordinamento dei sistemi nazionali di sicurezza sociale (status fiscale, previdenziale ed assicurativo dei frontalieri, assegni familiari, disoccupazione, Regolamenti UE e Convenzioni bilaterali tra Italia e Svizzera, ecc.).

- Tutela la salute del lavoratore con convenzioni mediche appositamente studiate.

- Coordina la presenza e la collaborazione degli attivisti iscritti all’OCST nei vari paesi di frontiera.

- Fornisce consulenza agli organi istituzionali svizzeri e italiani per la definizione della legislazione riguardante i lavoratori frontalieri.

Di grande importanza per i frontalieri sono i servizi offerti dalla CISL su tutto il territorio italiano, e in particolare l'Assistenza Fiscale. Gli iscritti all'OCST possono infatti godere di tutte le convenzioni previste per i soci CISL.

 

 

L’Amministrazione federale delle dogane ha ufficialmente stabilito la riapertura dei valichi di frontiera di Dirinella (Zenna) e Brusata (Novazzano-Bizzarone): il primo riaprirà già da domani, mentre il secondo da lunedì prossimo.

Il Senato italiano ha approvato mercoledì 8 aprile un ordine del giorno di Alessandro Alfieri con alcune proposte che vogliono estendere ai frontalieri una parte delle misure economiche messe in campo dallo Stato durante questa fase di emergenza sanitaria.

In relazione all’estendersi del contagio del Covid – 19 ed ai conseguenti effetti sulla salute delle persone nei luoghi di lavoro, le OO.SS. Italiane e svizzere operanti nelle aree transfrontaliere, ribadiscono la necessità che alle misure già intraprese da ciascun Governo, si adottino d’ora in poi, provvedimenti il più possibile omogenei tra Roma e Berna, volti a limitare la rapida diffusione del virus.

Nella giornata di lunedì vi abbiamo comunicato la decisione presa dall’Amministrazione federale delle dogane di chiudere i valichi di Dirinella (Zenna) e Brusata (Bizzarone) e di limitare l’apertura del valico di Gandria (chiusura dalle ore 20 alle ore 5).