Abbonamento

Il Lavoro, periodico dell'OCST, da decenni è un punto di riferimento per le informazioni sui contratti, le nuove normative, la previdenza, il mondo del lavoro, la formazione.

Informazioni abbonamento "Il lavoro">>

Formulario abbonamento>>

Get it on Google Play

Get it on AppStore

 

2020

Il Lavoro n.1 del 6 febbraio 2020 Il Lavoro n.2 del 27 febbraio 2020
Il Lavoro n.3 del 12 marzo 2020 Il Lavoro n.4 del 28 maggio 2020
Il Lavoro n.5 del 18 giugno 2020

Travail.Suisse

Il Consiglio nazionale, dopo il Consiglio degli Stati e il Consiglio federale, ha accettato una modifica della legge per permettere un prolungamento del congedo maternità della madre nel caso in cui un neonato debba essere ricoverato in ospedale per più di tre settimane. Travail.Suisse è soddisfatta di questa decisione.

Nel 2015 la Segreteria di Stato dell’economia (SECO) ha partecipato per la seconda volta all’indagine europea sulle condizioni di lavoro in collaborazione con la Commissione federale di coordinamento per la sicurezza sul lavoro (CFSL). Continua a essere alto il numero di lavoratori in Svizzera che dicono di godere di uno stato di salute buono o addirittura ottimo. Ma il margine d’azione dei dipendenti tende a diminuire.
Il «Barometro condizioni di lavoro» viene pubblicato in quanto progetto di collaborazione tra la Scuola universitaria professionale di Berna e Travail.Suisse. I risultati rappresentativi illustrano le condizioni di lavoro in Svizzera e i loro sviluppi. L’edizione 2016 mostra una crescente insoddisfazione rispetto ai salari e agli orari di lavoro. 
Con la revisione dell’assicurazione contro la disoccupazione del 2011, sono state drasticamente ridotte le prestazioni. I giovani in cerca d’impiego sono stati particolarmente toccati, ciò ha portato un forte incremento del numero di chi esaurisce il diritto alla disoccupazione. Inoltre, l’accento posto sulle sanzioni, provoca un aumento dei rapporti di lavoro instabili. Travail.Suisse chiede dunque un’analisi più precisa degli effetti della riforma della LADI.
Il 25 ottobre è stata lanciata la prima piattaforma nazionale d’informazione per le persone che, oltre a lavorare, si prendono cura dei loro parenti: www.info-workcare.ch. È la risposta di Travail.Suisse, organizzazione mantello delle lavoratrici e dei lavoratori, al problema della conciliazione del lavoro e della cura («work and care»).