Get it on Google Play

Get it on AppStore

 

Abbonamento

Il Lavoro, periodico dell'OCST, da decenni è un punto di riferimento per le informazioni sui contratti, le nuove normative, la previdenza, il mondo del lavoro, la formazione.

Informazioni giornale>>

Formulario abbonamento>>

2019

Il Lavoro n.1 del 24 gennaio 2019 Il Lavoro n.2 del 7 febbraio 2019
Il Lavoro n.3 del 21 febbraio 2019 Il Lavoro n.4 del 14 marzo 2019
Il Lavoro n.5 del 28 marzo 2019 Il Lavoro n.6 del 18 aprile 2019
Il Lavoro n.7 del 9 maggio 2019 Il Lavoro n.8 del 23 maggio 2019

Prima pagina

Il 10 aprile del 2017 il Gran Consiglio ha votato la nuova Legge sugli appalti pubblici che al suo interno ha inserito alcune norme importanti allo scopo di fermare sul nascere quelle distorsioni che creano disagi ai lavoratori e generano una malsana concorrenza tra le aziende penalizzando quelle corrette.

Sono particolarmente lieto che il Consiglio di Stato, tramite il DSS, abbia presentato il Messaggio “per la creazione delle basi legali volte ad attuare la mozione Jelmini-Guidicelli chiedente che la sottoscrizione di contratti di prestazione sia subordinata al rispetto da parte degli enti beneficiari delle condizioni previste dai contratti collettivi di lavoro del settore”.

Martedì 5 marzo si è tenuta presso il ristorante «La Nuova Pergola» a Quartino l’assemblea regionale OCST Locarno – Bellinzona per il personale forestale. Presenti i colleghi Robertino Bay, Diana Camenzind e Gianni Guidicelli (responsabile cantonale per il settore e membro di commissione paritetica) che hanno puntualmente risposto alle domande e raccolto le proposte e segnalazioni giunte dai numerosi associati presenti.
Il Ticino di fine ‘800 vede molti uomini emigrare all’estero oppure oltralpe in cerca di lavoro. Sono soprattutto donne e giovani a lavorare i campi e molti di essi entrano progressivamente nelle fabbriche di seta per arrotondare il magro bilancio familiare. La situazione cambia con l’apertura della linea ferroviaria del Gottardo (1882), che porta un aumento delle fabbriche presenti sul territorio e al ritorno graduale dei migranti.
Il 7 aprile di quest’anno ci saranno le elezioni per il rinnovo, oltre che del Consiglio di Stato, anche del Gran Consiglio. Pure per questa tornata l’OCST è felice di poter presentare quattro candidati. Due di loro, Giorgio Fonio e Lorenzo Jelmini, erano già in carica nel quadriennio precedente. A loro si aggiungono Paolo Locatelli e Claudio Isabella con l’intento di rafforzare ulteriormente la nostra presenza in Parlamento.