Continuano le trattative tra Italia e Svizzera relative al nuovo Accordo fiscale sulla tassazione dei lavoratori frontalieri. L’obiettivo dichiarato dai due Stati è quello di poter arrivare alla firma entro la fine dell’anno. Grazie anche agli interventi promossi da OCST in questi anni, i negoziatori stanno lavorando attivamente sull’ipotesi del cosiddetto «doppio binario», il quale permetterebbe di applicare il nuovo Accordo fiscale solo ai frontalieri che entreranno nel mercato del lavoro svizzero in futuro.

Dopo una lunga e laboriosa trattativa è stato finalmente raggiunto un accordo per il rinnovo del contratto di lavoro per il personale occupato presso i servizi di assistenza e cura a domicilio di interesse pubblico (COSACD) che riprende in particolare le modifiche introdotte nell’ambito dell’ultimo rinnovo del contratto collettivo dell’Ente Ospedaliero Cantonale per un miglioramento della conciliabilità lavoro-famiglia con le seguenti modifiche che entreranno in vigore il 1.1.2021:

Archivio "il Lavoro"