Edilizia

La crisi pandemica, come facilmente prevedibile, ha negativamente influenzato le annuali discussioni salariali nei settori dell’edilizia principale e dei rami affini. Il lockdown di questa primavera a cui ha fatto seguito una ripresa delle attività rallentata (anche per rispettare le nuove norme a protezione della salute) ha messo a dura prova le imprese che, dinnanzi a oggettive difficoltà di lavoro ed un conseguente calo della cifra d’affari, sono comunque chiamate a far fronte ai costi fissi mensili.
Martedì 20 ottobre nella sede OCST di Bellinzona si è svolta la riunione del comitato edili del Bellinzonese.
Finalmente dopo oltre un anno abbiamo potuto ritrovarci, in totale sicurezza, attorno a un tavolo per parlare delle tante problematiche che, mai come quest’anno, stanno mettendo a dura prova tutto il mondo del lavoro e non solo.
La riunione di comitato cantonale gessatori OCST di mercoledì scorso 11 settembre, in vista della scadenza del CCL con la fine del mese di dicembre 2019, ha dato un chiaro mandato al sindacato: chiamare subito l’associazione padronale dei gessatori al tavolo della trattativa per negoziare un CCL migliore a partire dal 1. gennaio 2020. Erano presenti una 50ina di delegati e la discussione, molto vivace, si è sviluppata su diversi temi.
La pista di ghiaccio di Biasca ha ospitato giovedì 13 giugno l’annuale assemblea regionale degli Edili. Molti i temi discussi durante la riunione, alla quale hanno partecipato ben oltre 60 lavoratori attivi sul nostro territorio, a testimonianza della vicinanza del settore al nostro sindacato nelle Tre Valli.
Alla fine, come spesso capita, il contratto nazionale mantello (CNM) ed il contratto cantonale (CCL) nel settore dell’edilizia principale sono stati firmati. Accordo doveva essere e accordo è stato… ma quanta fatica!
Per le trattative di rinnovo del CNM, in scadenza con il 31 dicembre 2018, il percorso è stato particolarmente lungo in quanto partiva nell’autunno del 2017 con la richiesta sindacale di aumentare dal 1. gennaio 2018 i salari effettivi e minimi contrattuali di fr. 100.- al mese.