Industria e artigianato

A poco più di un anno dalla notizia di alcuni licenziamenti (vedi «il Lavoro» n.1 del 24 gennaio 2019) eccone arrivare una nuova e se possibile ancora più amara. 
Già lo scorso mese di ottobre era stata fatta al Cantone la richiesta di lavoro ridotto. Ma non è bastato per contrastare un grande calo nel settore automobilistico.
Martedì 5 marzo si è tenuta presso il ristorante «La Nuova Pergola» a Quartino l’assemblea regionale OCST Locarno – Bellinzona per il personale forestale. Presenti i colleghi Robertino Bay, Diana Camenzind e Gianni Guidicelli (responsabile cantonale per il settore e membro di commissione paritetica) che hanno puntualmente risposto alle domande e raccolto le proposte e segnalazioni giunte dai numerosi associati presenti.
Nelle scorse settimane la dirigenza della Intervalves, già in difficoltà nel 2013, ha comunicato alcuni licenziamenti.
Cento licenziamenti in tutta la Svizzera di cui 4 attivi in Ticino. Un piano sociale ridicolo per un’azienda che fattura ogni anno (e anche quest’anno) qualcosa come 55/60 milioni di franchi.