News

La crisi sanitaria che stiamo vivendo ha messo in evidenza l’importanza di avere un’organizzazione sanitaria che sappia affrontare in modo celere ed efficace eventi straordinari.

L’organizzazione sanitaria è fatta di strutture ma, soprattutto, di personale formato a tutti i livelli. Tutti ci siamo commossi nel vedere come il personale ha reagito a questa emergenza sottoponendosi a turni di lavoro molto pesanti in situazioni di rischio per la propria salute e, indirettamente, per quella dei propri cari. E non sono mancati, giustamente, gli apprezzamenti e gli applausi per tutto il personale sanitario ad ogni livello. 

Una delegazione di tutte le Commissioni interne del personale degli Ospedali EOC unitamente alle organizzazioni sindacali OCST e VPOD, riuniti lo scorso 21 settembre, hanno deciso di inviare una lettera alla Direzione generale dell’Ente ospedaliero cantonale (EOC).

Circa un mese fa, l’OCST aveva invitato le aziende che avevano trattenuto un contributo per la tassa di collegamento dalle buste paga dei dipendenti a restituirlo. 

La crisi sanitaria che stiamo vivendo ha messo in evidenza l’importanza di avere un’organizzazione sanitaria che sappia affrontare in modo celere ed efficace eventi straordinari. L’organizzazione sanitaria è fatta di strutture ma, soprattutto, di personale formato a tutti i livelli. 

Mercoledì 15 aprile, il vicesgretario cantonale Gianni Guidicelli ha indirizzato una lettera al lodevole Consiglio di Stato. Di seguito il testo integrale:

In più di un’occasione abbiamo potuto notare come molto spesso nel nostro Cantone, ma non solo, vi sia un eccesso di persone formate in alcuni settori, ad esempio nel commercio o nella vendita, settori spesso già saturi e dove in taluni casi le condizioni di lavoro sono precarie con salari alquanto bassi per effetto del dumping salariale: