Get it on Google Play

Get it on AppStore

 

Abbonamento

Il Lavoro, periodico dell'OCST, da decenni è un punto di riferimento per le informazioni sui contratti, le nuove normative, la previdenza, il mondo del lavoro, la formazione.

Informazioni giornale>>

Formulario abbonamento>>

2017

Il Lavoro n. 1 del 26 gennaio 2017
Il Lavoro n. 2 del 9 febbraio 2017
Il Lavoro n. 3 del 23 febbraio 2017

Prima pagina

La Risoluzione 38/E pubblicata ieri dall’Agenzia delle Entrate porta con sé un chiarimento normativo a dir poco storico in quanto allarga la definizione di frontaliere “di fascia”: in base al nuovo testo giuridico egli è colui che vive entro i venti chilometri dal confine con la Svizzera, indipendentemente dal Cantone presso il quale lavora.

Facciamo un passo indietro e spieghiamo meglio di cosa si tratta. Tutti conoscono la definizione di “frontaliere fiscale”, detto anche “frontaliere di fascia”.

Il 6 marzo il sindacato OCST Docenti ha indetto un’assemblea alla quale il presidente Gianluca D’Ettorre, ha presentato il progetto di risposta alla seconda consultazione sul documento «La scuola che verrà» con lo scopo di raccogliere osservazioni e proposte. 
L’Ente Ospedaliero cantonale (EOC) e il sindacato, dopo un lavoro importante di concetto, hanno siglato un nuovo accordo concernente il sistema di  classificazione salariale per il reparto di sterilizzazione presso il CSI (Centro Servizi Industriali) di Biasca.
Il 7 marzo sono usciti i dati aggiornati sulla disparità salariale e non sono particolarmente rassicuranti. Certo nel complesso la disparità è ancora diminuita, passando dal 23.6 percento del 2010 al 19.5 del 2014, tuttavia ci sono degli aspetti che vale la pena di sottolineare.
Regolarmente si sente parlare di condizioni di lavoro insostenibili durante uno stage. È tipico di questa forma di lavoro: nonostante consenta di capitalizzare preziosa esperienza professionale, per i datori di lavoro impiegare lavoratori competenti, ma a buon mercato, è estremamente allettante.