Abbonamento

Il Lavoro, periodico dell'OCST, da decenni è un punto di riferimento per le informazioni sui contratti, le nuove normative, la previdenza, il mondo del lavoro, la formazione.

Informazioni abbonamento "Il lavoro">>

Formulario abbonamento>>

Get it on Google Play

Get it on AppStore

 

2020

Il Lavoro n.1 del 6 febbraio 2020 Il Lavoro n.2 del 27 febbraio 2020
Il Lavoro n.3 del 12 marzo 2020 Il Lavoro n.4 del 28 maggio 2020
Il Lavoro n.5 del 18 giugno 2020 Il Lavoro n.6 del 9 luglio 2020
Il Lavoro n.7 del 3 settembre 2020 Il Lavoro n.8 del 24 settembre 2020
Il Lavoro n.9 del 15 ottobre 2020 Il Lavoro n.10 del 29 ottobre 2020
Il Lavoro n.11 del 12 novembre 2020

Prima pagina

Centinaia di migliaia di giovani si sono connessi da tutto il mondo con Assisi per un patto economico che guarda al futuro ed è già rivoluzione. Studenti, economisti e imprenditori si sono confrontati da oltre 115 Paesi su quella che sarà l’economia di domani.
Negli ultimi giorni stanno emergendo varie domande riguardo le quarantene, gli isolamenti ecc. Proviamo a portare un po’ di chiarezza. Di seguito trovate le risposte ai quesiti più frequentemente raccolti dal sindacato nelle ultime settimane.
Dopo una lunga e laboriosa trattativa è stato finalmente raggiunto un accordo per il rinnovo del contratto di lavoro per il personale occupato presso i servizi di assistenza e cura a domicilio di interesse pubblico (COSACD) che riprende in particolare le modifiche introdotte nell’ambito dell’ultimo rinnovo del contratto collettivo dell’Ente Ospedaliero Cantonale per un miglioramento della conciliabilità lavoro-famiglia con le seguenti modifiche che entreranno in vigore il 1.1.2021:
Continuano le trattative tra Italia e Svizzera relative al nuovo Accordo fiscale sulla tassazione dei lavoratori frontalieri. L’obiettivo dichiarato dai due Stati è quello di poter arrivare alla firma entro la fine dell’anno. Grazie anche agli interventi promossi da OCST in questi anni, i negoziatori stanno lavorando attivamente sull’ipotesi del cosiddetto «doppio binario», il quale permetterebbe di applicare il nuovo Accordo fiscale solo ai frontalieri che entreranno nel mercato del lavoro svizzero in futuro.
Che il settore terziario, in particolare quello impiegatizio, sia esposto a un continuo peggioramento delle condizioni salariali, ma non solo, è un dato di fatto. Sono ben 9 i contratti normali di lavoro (CNL) che regolano il salario della professione di impiegato di commercio. Come risaputo, un CNL può essere introdotto solo laddove statisticamente viene dimostrato un reiterato abuso dei livelli salariali.
Il sindacato OCST è da sempre particolarmente attento all’evoluzione del settore, tant’è che è stato creato un apposito gruppo di lavoro il cui coordinatore è Claudio Isabella vicesegretario regionale del Sopraceneri nonché deputato in Gran Consiglio, di cui fanno parte anche i colleghi Nenad Jovanovic (segretariato del Mendrisiotto) e Paolo Coppi (segretariato del Luganese).